Indagini:
info@deiso.co.jp.
Tel: 03-5403-6479 (giapponese)
Tel: +1-361-298-0005 (inglese)
Fax: 0488-72-6373
Ore di lavoro:

Lunedì-venerdì 9:00-17:30 JST
Tranne le feste nazionali giapponesi.
Di ritorno

Che cos'è l'impronta idrica e come misurarla?

Sommario

introduzione

L'acqua è una risorsa vitale per la vita e la sua disponibilità e qualità sono essenziali per la crescita economica e il benessere delle persone. È fondamentale comprendere quanta acqua viene utilizzata e da dove proviene quando la domanda di acqua aumenta a causa dello sviluppo della popolazione, dell'industrializzazione e dell'irrigazione. La quantità di acqua necessaria per generare un bene o un servizio è misurata dalla “impronta idrica”. L'impronta idrica verde, l'impronta idrica blu e l'impronta idrica grigia costituiscono questo totale. L'impronta idrica grigia calcola la quantità di acqua inquinata scaricata dalla produzione. L'impronta idrica blu calcola le acque superficiali e sotterranee utilizzate per la produzione. L'impronta idrica verde calcola la quantità di pioggia utilizzata per l'irrigazione. L'impronta idrica, i suoi elementi e il suo significato nella comprensione del problema idrico saranno tutti trattati in questo articolo.

 

Cosa significa "Impronta idrica"?

L'impronta idrica quantifica la quantità di acqua necessaria per fornire un bene o un servizio. Stima la quantità di acqua utilizzata da una determinata persona, organizzazione o regione. Questa somma include l'impronta idrica verde, l'impronta idrica blu e l'impronta idrica grigia.

 

Impronta idrica verde

La quantità di acqua piovana utilizzata per l'irrigazione e la produzione delle colture è nota come "impronta idrica verde". Si esprime in metri cubi annui e metri quadrati. Poiché l'acqua verde è il principale approvvigionamento idrico per l'agricoltura, è la parte più significativa dell'impronta idrica. Poiché l'acqua evapora dal suolo o dalle piante e non è visibile, l'impronta idrica è anche la meno evidente.

 

Impronta d'acqua blu

La quantità di acque superficiali e sotterranee necessarie per la produzione è nota come "impronta idrica blu". Si esprime in metri cubi annui e metri quadri. Comprende acque sotterranee, falde acquifere e acque superficiali, come fiumi, torrenti e laghi. Bluewater è significativo poiché è l'acqua che le persone e le aziende utilizzano più frequentemente.

 

Impronta idrica grigia

La quantità di acqua contaminata rilasciata dalla produzione è nota come impronta idrica grigia. Ogni piede quadrato è espresso in chili all'anno. Include l'acqua contaminata da prodotti chimici o altri contaminanti industriali. Poiché l'occhio può vedere l'acqua, la parte dell'impronta idrica è più evidente.

 

Valore dell'Impronta Idrica Apparente

Uno strumento essenziale per comprendere la situazione idrica è l'impronta idrica. Misura la quantità di acqua utilizzata da varie persone, aziende e aree geografiche. Possiamo capire meglio le fonti d'acqua e come gestirle in modo sostenibile essendo consapevoli di quanto viene consumato.

 

L'impronta idrica può essere paragonata alla quantità di acqua utilizzata da vari beni e servizi. Le aziende possono scegliere quali beni e servizi creare e utilizzare con una maggiore conoscenza dell'impronta idrica di più beni e servizi.

 

L'impronta idrica può analizzare gli impatti ambientali dell'uso dell'acqua. Possiamo comprendere meglio l'impatto ecologico dell'uso dell'acqua studiando l'impronta idrica di varie attività. Ad esempio, può aiutarci a comprendere gli effetti delle attività industriali sull'inquinamento idrico e sull'irrigazione delle risorse idriche.

 

Perché è essenziale e come calcolare la tua impronta idrica

L'impronta idrica di un prodotto, processo o servizio è l'acqua totale utilizzata nel suo sviluppo, produzione e consumo. Misura il volume di acqua utilizzata o contaminata durante la creazione e il consumo di un bene o servizio. L'impronta idrica può identificare i luoghi in cui le risorse idriche vengono utilizzate in modo inefficiente o dove c'è spazio per miglioramenti. È uno strumento prezioso per comprendere le risorse idriche utilizzate in determinate attività.

 

Per calcolare l'impronta idrica di un prodotto è necessario comprendere le fonti d'acqua utilizzate per creare, elaborare e consumare un bene, un processo o un servizio. L'acqua blu, l'acqua verde e l'acqua grigia sono l'acqua primaria utilizzata in queste attività. Le acque superficiali come fiumi, laghi e mari sono acque blu. Le precipitazioni e l'umidità del suolo causano acqua verde. Le acque reflue, come le acque reflue e gli effluenti industriali, sono chiamate acque grigie.

 

Il primo passo

 

Il primo passo per determinare un'impronta idrica è identificare le numerose fonti idriche utilizzate nella creazione, produzione e consumo di un bene, processo o servizio, sia l'identificazione diretta che indiretta dell'acqua inclusa in questo. Un prodotto, processo o servizio che utilizza fonti idriche naturali viene creato, prodotto e consumato direttamente. Questi includono liquidi utilizzati per la pulizia, il raffreddamento, l'irrigazione e altri scopi. L'acqua utilizzata per produrre energia o fornire input per produrre, fabbricare e consumare un bene, un processo o un servizio è un esempio di fonte d'acqua indiretta.

 

Il prossimo passo

 

L'acqua utilizzata può essere stimata una volta che sono state riconosciute le fonti utilizzate nella produzione, fabbricazione e consumo di un bene, processo o servizio. Varie tecniche possono farlo, tra cui il Global Water Footprint Standard e il Water Footprint Calculator del Water Footprint Network. Queste tecniche tengono conto di variabili tra cui il colore dell'acqua (blu, verde o grigio), la quantità e il tipo di attività (ad es. produzione, fabbricazione o consumo).

 

L'acqua utilizzata può essere stimata una volta che sono state riconosciute le fonti utilizzate nella produzione, fabbricazione e consumo di un bene, processo o servizio. Varie tecniche possono farlo, tra cui il Global Water Footprint Standard e il Water Footprint Calculator del Water Footprint Network. Queste tecniche tengono conto di variabili tra cui il colore dell'acqua (blu, verde o grigio), la quantità e il tipo di attività (ad es. produzione, fabbricazione o consumo).

 

L'efficacia del consumo idrico può essere valutata anche confrontando l'impronta idrica con un benchmark o uno standard. Ciò può essere ottenuto confrontando l'impronta idrica di un prodotto, processo o servizio con l'impronta idrica tipica di articoli comparabili dello stesso settore. Ciò consente alle aziende e alle organizzazioni di individuare il consumo di acqua dispendioso e le potenziali aree di miglioramento.

 

Un esempio

 

Questo esempio di processo di "1 kg di bovini da macello, presso un allevamento" descrive la produzione di bovini da macello in un'azienda agricola media in Irlanda. L'impronta idrica totale per 1 kg di produzione è di 0,26 m3.

 

Prodotto:

1 kg di bovino da macello, presso allevamento bovino

 

Categoria impatto

Unità

Totale

Erba, pascolata al pascolo

Insilato d'erba, presso l'allevamento di bovini

Mangimi composti per bovini da carne

Energia, dal gasolio bruciato nei macchinari

Trasporto, camion

Mix elettrico

Stampa del piede dell'acqua

m3

0.2609

0.0014

0.0021

0.2565

0.0003

2.42E-06

0.0006

 

Finalmente

 

Determinare un'impronta idrica è fondamentale per comprendere le risorse idriche utilizzate in una particolare attività e individuare i luoghi in cui le risorse idriche vengono utilizzate in modo inefficiente. Comprendere le fonti d'acqua utilizzate durante la creazione, la lavorazione e il consumo di un bene, processo o servizio è fondamentale per determinare gli effetti dell'acqua utilizzata. Per identificare le aree di miglioramento, l'impronta idrica dovrebbe quindi essere confrontata con un benchmark o una norma.

 

Conclusione

Uno strumento essenziale per comprendere la situazione idrica è l'impronta idrica. È un mezzo per valutare la quantità di acqua utilizzata da determinati gruppi di persone, aziende e aree geografiche. L'impronta idrica verde, l'impronta idrica blu e l'impronta idrica grigia sono le tre parti. L'impronta idrica grigia calcola la quantità di acqua contaminata scaricata dalla produzione. L'impronta idrica blu calcola le acque superficiali e sotterranee utilizzate per la produzione. L'impronta idrica verde calcola le precipitazioni utilizzate per l'irrigazione. Conoscere le fonti d'acqua e come gestirle in modo sostenibile, confrontare vari prodotti e servizi in base alla quantità di acqua che consumano e comprendere gli effetti che l'uso dell'acqua ha sull'ecosistema sono tutti resi possibili dalla comprensione dell'impronta idrica.

 

Programmi di allenamento

Se ti è piaciuto questo post, iscriviti alla nostra newsletter gratuita per contenuti più preziosi! Iscriviti ora per articoli informativi, aggiornamenti del servizio, guide scaricabili e altro ancora. clicca qui!

Scopri la formazione DEISO: Approfondisci la formazione certificata e all'avanguardia di DEISO in materia di sostenibilità, valutazione del ciclo di vita (LCA), software e database LCA, contabilità dei gas serra, impronta di carbonio, dichiarazione ambientale di prodotto (EPD) e altro ancora. Scopri il nostro portfolio completo di formazione qui.

it_ITItaliano

Programmi di formazione

Vendite di fine anno.

Tutti i nostri programmi di formazione sono ora in vendita!

fino a 50% disattivato